Don't take life too seriously: it's just a temporary situation

Bestia (numero della)

Rappresentazione dei numeri  Vari 

Si chiama “numero della Bestia” in numero 666, perché citato in un oscuro passo dell’Apocalissedi Giovanni (13: 16 – 18), riferito a una bestia che sale dal mare e devasta la terra:

“Inoltre obbligò tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, a farsi mettere un marchio sulla mano destra o sulla fronte. Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza, calcoli il numero della bestia, perché è un numero d'uomo; e il suo numero è seicentosessantasei”.

Sia chiaro che non mi assumo alcuna responsabilità sulla traduzione: ne ho scelta una, tra le varie esistenti, e vi sono piccole differenze tra esse.

 

Su questo numero sono state fatte infinite speculazioni e ciarlatani e visionari hanno di volta in volta ritenuto di identificare questo mostro biblico con personaggi storici, “decodificando” il nome con i metodi più strampalati. In particolare non possono sottrarsi all’identificazione coloro che hanno nome o cognome o soprannome di 6 lettere.

Per esempio, usando la codifica A = 100, B = 101, ecc., si ottiene 666 sommando le lettere che compongono “Hitler”, ma neppure Stalin poté salvarsi (in questo caso bisogna però ricorrere a fantasiose codifiche basate sull’alfabeto cirillico).

Non sono immuni neppure persone con cognome più corto: nel caso del famoso direttore d’orchestra Vincent Lopez (30/12/1909 – 20/9/1975), basta abbreviare il nome, attribuendo alle lettere di “V. Lopez” un valore, iniziando con z = 101 e procedendo all’indietro lungo l’alfabeto inglese, per terminare con a = 126. Se il nome è più lungo, basta abbreviarlo, ricorrere agli pseudonimi o inventare codifiche più complicate: si possono utilizzare i quadrati o i cubi, sommare sottrarre, moltiplicare, pur di ottenere il risultato voluto. Per esempio, usando il codice a = 6, b = 12, c = 18 ecc., neppure Kissinger sfuggì alla maledizione numerologica.

 

Si ottiene 666 anche sommando i primi 6 numerali romani DCLXVI, i numeri contenuti in un quadrato magico di ordine 6 e i numeri della roulette, come notò Eric Temple Bell.

 

Evidentemente molti prendono troppo sul serio questi giochetti o sono troppo superstiziosi: nel 1991 la motorizzazione inglese smise di emettere targhe contenenti la sequenza “666”, perché i veicoli con tale numero nella targa sembravano coinvolti in troppi incidenti.

La spiegazione è semplice: quando in un incidente viene coinvolto un veicolo con quel numero è possibile che qualcuno lo noti, mentre quasi nessuno noterebbe un “banale” 729 = 36, quindi la credulità popolare accumula selettivamente dati a favore di un’ipotesi assurda.

 

Tra le proprietà legate alla rappresentazione decimale del numero abbiamo:

  • è un numero harshad;

  • è un numero di Smith;

  • φ(666) = 18 = 6 + 6 + 6;

  • 666 = 6 + 6 + 6 +63 + 63 + 63;

  • 666 = 2 • 3 • 3 • 37; la somma delle cifre dei fattori primi è 18 = 6 + 6 + 6.

 

Questo numero ha anche alcune proprietà puramente numeriche, non legate alla sua rappresentazione in base 10 né ad alcuna persona:

  • è triangolare;

  • è poligonale in 4 modi diversi, perché P3(36) = P(46,6) = P223(3) = P666(2) = 666, dove Numero poligonale Pp(n) è l’n-esimo numero poligonale con p lati;

  • 666 = 16 – 26 + 36;

  • 666 = 13 + 23 + 33 + 43 + 53 + 63 + 53 + 43 + 33 + 23 + 13;

  • 666 = 22 + 32 + 52 + 72 + 112 + 132 + 172, vale a dire che è la somma dei quadrati dei primi 7 numeri primi.

 

Ma è poi sicuro che sia 666 il numero maledetto? Il papiro di Ossirinco, trovato nella località omonima dell’alto Egitto e databile intorno al III – IV secolo, contiene un frammento dell’Apocalisse, nel quale il numero attribuito alla Bestia è 616.

Bibliografia

  • Gardner, Martin;  L’incredibile dottor Matrix, Bologna, Zanichelli, 1982 -

    Traduzione di The Incredible Dr. Matrix, New York, Charles Scribner’s Sons 1967. Divertente, come tutti i libri di Gardner.

  • Pickover, Clifford A.;  The Wonders of Numbers, New York, Oxford University Press, 2001.
  • Stewart, Ian;  Professor Stewart’s Cabinet of Mathematical Curiosities, Basic Books, 2009.

Contattami

Potete contattarmi al seguente indirizzo bitman[at]bitman.name per suggerimenti o segnalazioni d'errori relativi a questo articolo.